Gummy Smile: Trattamenti per un Sorriso Perfetto

Cos’è il Gummy Smile?

Quando parliamo di Gummy Smile, in italiano “sorriso gengivale”, intendiamo un particolare effetto per cui, durante il sorriso, si può notare la gengiva superiore provocando un inestetismo con un tipico effetto gomma.

Di norma infatti, quando si sorride, il labbro superiore si alza naturalmente e la distanza che intercorre tra il labbro superiore e i denti normalmente è di pochi millimetri. Tuttavia, in alcune persone la distanza tra labbro superiore e denti, quando si sorride, è molto più ampia e la gengiva si vede più del normale dando luogo al fenomeno “Gummy Smile” per effetto del colore rosa della gengiva stessa.

Molte persone, causando questo inestetismo imbarazzo, limitano i movimenti della bocca quando sorridono.

Cerchiamo allora di comprendere il fenomeno che sta alla base di questa alterata motilità delle labbra.

Come è facile immaginare, la regione inferiore del viso è caratterizzata da numerose strutture muscolari che prendono il nome di muscoli mimici. Questi muscoli, attraverso precisi movimenti coordinati, permettono di regalare espressività al viso. La gran parte delle nostre emozioni vengono quindi espresse attraverso la contrazione di muscoli facciali. In particolare, i muscoli che vanno ad agire sul sollevamento del prolabio e del labbro superiore sono in ordine, i due muscoli zigomatici ed il muscolo elevatore del labbro superiore. In sintesi, l’ipercontrazione di questi muscoli è alla base del fenomeno Gummy Smile.

Tuttavia, esiste una soluzione per risolvere il Gummy Smile o sorriso gengivale.

 

Cause del sorriso gengivale

Il sorriso gengivale consiste in una disarmonia estetica e non è sempre detto che comporti complicazioni strutturali o alla masticazione.

Le cause che lo determinano sono infatti molteplici:

  • Eccessiva prominenza della mascella;
  • Denti piccoli che causano un disequilibrio fra componente dentale e gengivale;
  • Iperattività dei muscoli elevatori del labbro superiore, che fanno sì che venga mostrata una parte importante di gengiva quando si sorride;
  • Morso profondo, ovvero quando gli incisivi dell’arcata superiore sporgono più del dovuto rispetto all’arcata inferiore;
  • Eccessiva quantità di gengiva.

 

Possibili trattamenti

Il sorriso gengivale, o Gummy Smile in inglese, può essere curato in diversi modi a seconda della causa sottostante. Alcune opzioni di trattamento comuni includono:

  1. Chirurgia ortognatica: Questa procedura chirurgica può essere utilizzata per correggere problemi scheletrici che causano un sorriso gengivale e migliorare l’armonia del viso.
  2. Iniezioni di botox: L’utilizzo di botox può aiutare a rilassare i muscoli responsabili del sorriso gengivale, riducendo la quantità di gengiva visibile quando si sorride.
  3. Allungamento della corona: Attraverso interventi di chirurgia parodontale si può ridurre l’eccessiva esposizione gengivale e migliorare l’estetica del sorriso.

Il tempo necessario per vedere i risultati definitivi dopo un intervento per correggere il sorriso gengivale dipende dal tipo di intervento eseguito. Ecco alcune linee guida generali:

  1. Iniezioni di botox: Solitamente i risultati delle iniezioni di botox per ridurre il sorriso gengivale sono visibili entro pochi giorni dopo il trattamento e raggiungono il massimo effetto entro 1-2 settimane. Questi risultati tendono a durare alcuni mesi prima che sia necessario ripetere il trattamento.
  2. Chirurgia ortognatica: Dopo un intervento di chirurgia ortognatica, il gonfiore e il dolore possono persistere per alcuni giorni fino a settimane. Tuttavia, i risultati estetici finali potrebbero richiedere alcuni mesi per manifestarsi completamente a causa del processo di guarigione.
  3. Allungamento della corona: Dopo un intervento di allungamento della corona, l’area trattata avrà bisogno di tempo per guarire completamente. È possibile vedere risultati preliminari entro poche settimane, ma i risultati finali, inclusa la completa guarigione e stabilizzazione delle gengive, potrebbero richiedere diverse settimane o anche mesi.

 

La tossina botulinica per la correzione del Gummy Smile

Qualora si volesse cambiare l’estetica del sorriso e non fosse necessario ricorrere alla chirurgia perché il disequilibrio risulta essere dovuto all’iperattività del labbro superiore, il trattamento con la tossina botulinica è un’opzione valida per contrastarne l’attività.
Il botulino agisce infatti come inibitore della mobilità dei muscoli in cui viene iniettato, così il labbro superiore mostrerà meno gengiva quando si sorride.

L’effetto della tossina botulinica è variabile e va dai 4 ai 6 mesi, al termine dei quali è possibile ripetere il trattamento.

Oggi se ti rechi  presso la nostra struttura per correggere questo tipo di inestetismo quasi sicuramente la nostra terapia di elezione diventa esecuzione di un filler labbra e a volta anche nella zona mentoniera.

Un solo trattamento non sarà risolutivo ma di certo di grande impatto perché ci permette di correggere in modo definitivo la problematica ridando armonia al sorriso correggendo tutto il tessuto muscolare perforale. Dopo 3, al massimo, 4 trattamenti di filler labbra ripetuti ogni 5 mesi il sorriso gengivale e sarà solo un brutto ricordo .

Perchè preferiamo questo tipo di terapia alle altre? Molto semplice: perché è il meno doloroso ed il più risolutivo in poco tempo!

Ottengo la risoluzione rispetto alle tre alternative proposte in precedenza. Anche se può allettare fare il Botox, questa tecnica trova delle limitazioni: se iniettato male, può rovinare l’armonia del sorriso anche se temporaneamente (essendo un farmaco ad azione reversibile) e poi non è una soluzione permanente, e a noi piace essere il meno possibili inattivi e dare il maggior risultato possibile .

D.ssa Federica De Pascalis

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.