Rinofiller o Rinoplastica

Rinofiller o Rinoplastica

Il rinofiller, anche conosciuto come rinoplastica non chirurgica o rinoplastica con filler, è un procedimento estetico non invasivo utilizzato per modificare temporaneamente la forma del naso. Contrariamente alla rinoplastica tradizionale, che coinvolge la chirurgia per alterare permanentemente la forma del naso, il rinofiller utilizza iniezioni di filler per correggere imperfezioni o aggiungere volume al naso.

Durante il trattamento , un medico esperto inietta filler, solitamente a base di acido ialuronico, in varie aree del naso per raggiungere l’aspetto desiderato. Questo può includere la correzione di naselli irregolari, la riduzione di gobbe nasali, la correzione di asimmetrie o la creazione di una punta più definita. Poiché il filler è temporaneo, il risultato dura solitamente da sei mesi a due anni, a seconda del tipo di filler utilizzato e del metabolismo individuale.

Questa tecnica è spesso considerato un’opzione più conveniente e meno invasiva rispetto alla rinoplastica tradizionale. Tuttavia, è importante consultare un medico esperto per determinare se il rinofiller è adatto alle proprie esigenze e se ci sono rischi o complicazioni da considerare.

Ma esattamente cos’è acido ialuronico?

L’acido ialuronico è una sostanza naturale presente nel corpo umano che ha molteplici funzioni, tra cui mantenere l’idratazione della pelle, lubrificare le articolazioni e fornire supporto strutturale ai tessuti. In campo estetico, l’acido ialuronico è ampiamente utilizzato come ingrediente principale in numerosi prodotti per la cura della pelle e come filler per trattamenti di ringiovanimento e volumizzante.

Nel contesto dei filler per il viso, l’acido ialuronico viene iniettato sotto la pelle per ridurre le rughe, aumentare il volume e migliorare la forma di specifiche aree del viso. Questo filler è una scelta popolare per il ringiovanimento facciale poiché è biocompatibile, cioè viene facilmente accettato dal corpo senza causare reazioni avverse significative.

Tra i vantaggi dell’acido ialuronico come filler per il viso vi sono la sua capacità di fornire risultati immediati, la sua durata (generalmente da sei mesi a due anni, a seconda del tipo di prodotto utilizzato e del metabolismo individuale) e la possibilità di essere riassorbito dal corpo in modo naturale nel tempo.

Tuttavia, ci sono da considerati i rischi potenziali, tra cui gonfiore, arrossamento, piccoli lividi o reazioni allergiche. È anche importante seguire le istruzioni del medico dopo il trattamento per ottimizzare i risultati e minimizzare i rischi.

Devi sapere anche che acido ialuronico che si usa per dare volume esiste in forma monofasica o bifasico e può differenziarsi anche il il cross link contenuto la suo interno, vediamo insieme cosa si intende e che differenze possono esserci.

L’acido ialuronico cross-linkato è una forma modificata di acido ialuronico utilizzata principalmente nei filler per il viso. Questa modifica viene effettuata attraverso il processo di reticolazione, che lega le molecole di acido ialuronico tra loro tramite legami chimici chiamati “cross-link”. Questo processo conferisce al materiale un’ulteriore stabilità e durata rispetto all’acido ialuronico non reticolato.

I filler a base di acido ialuronico cross-linkato sono ampiamente utilizzati in medicina estetica per trattare rughe, linee sottili e per aggiungere volume a diverse aree del viso. Questi filler possono anche essere utilizzati per migliorare la forma e la simmetria del naso (rinofiller), per aumentare il volume delle labbra, per migliorare i contorni del mento e delle guance, e per trattare le occhiaie.

Poiché l’acido ialuronico cross-linkato ha una maggiore stabilità rispetto all’acido ialuronico non reticolato, i filler a base di acido ialuronico cross-linkato tendono a durare più a lungo. La durata varia da prodotto a prodotto e da individuo a individuo, ma generalmente si estende da sei mesi a due anni o più.

 È anche essenziale seguire le istruzioni del medico dopo il trattamento per minimizzare i rischi di complicazioni e ottimizzare i risultati estetici desiderati.

I filler monofasici e bifasici si distinguono principalmente per la loro composizione e struttura molecolare.

Filler Monofasici:

I filler monofasici sono costituiti da una singola fase omogenea di materiale filler.

In questi filler, il materiale è distribuito uniformemente e non ci sono separazioni chiare tra diverse fasi.

Poiché sono costituiti da una sola fase, sono più semplici da iniettare e da modellare.

Solitamente hanno una consistenza più morbida, che li rende adatti per trattamenti dove si richiede una distribuzione uniforme del filler, come il riempimento di linee sottili e rughe superficiali.

Filler Bifasici:

I filler bifasici sono composti da due fasi distinte di materiale filler, spesso con proprietà diverse.

Di solito, una fase è più densa o viscosa rispetto all’altra.

La dualità delle fasi può essere utilizzata per ottenere effetti specifici, ad esempio, una fase più densa può fornire un supporto strutturale, mentre una fase più fluida può offrire un’ottima integrazione con i tessuti circostanti.

A volte, la fase più densa può costituire il nucleo del filler, mentre la fase più fluida può avvolgerlo, consentendo una maggiore adesione e durata del filler.

L’utilizzo di due fasi può offrire una maggiore versatilità nel modellare e controllare il risultato finale.

In generale, la scelta tra filler monofasici e bifasici dipende dalle esigenze del paziente e dall’area da trattare. Il medico valuterà la situazione individuale e consiglierà il tipo di filler più adatto per ottenere i risultati desiderati. Entrambi i tipi di filler possono essere efficaci quando utilizzati correttamente da professionisti qualificati.

Con questo articolo mi auguro di averti dato delle nozioni in più su questo argomento molto in voga nell’ultimi tempi.se hai altre domande scrivici siamo qui per risponderti.

D.ssa Federica De Pascalis

 
 
 
 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.